fbpx

Come usare i messaggi per sedurre l’utente e farlo acquistare

Non ho mai creduto alle tattiche di rimorchio dei guru della seduzione.
Penso che per provarci con una ragazza o un ragazzo non esistano schemi prestabiliti, perché ogni persona ha dei gusti e una sensibilità diversa.
Tuttavia, dopo aver letto un manuale di seduzione ho trovato alcune tecniche che secondo me possono avere invece un’applicazione efficace nel mondo del digital marketing.

Online si parla spesso di engagement, inteso come il coinvolgimento dell’utente nella comunicazione di un brand. In realtà l’engagement è però qualcosa di molto più profondo del semplice coinvolgimento: tradotta in italiano, la parola “engagement” significa “promessa di matrimonio”.

Per un brand aver un buon engagement con l’utente vuol dire creare un rapporto profondo con lui.

Creare un rapporto profondo con l’utente, convincendolo ad acquistare un prodotto o un servizio, non è di certo come convincere una ragazza o un ragazzo a fare sesso.
Per questo credo che nel marketing le tecniche di seduzione siano più efficaci che nella sfera sentimentale.

In un mondo che ci vede sempre più interconnessi, come nodi di una rete che si scambiano informazioni tra loro, i messaggi, che siano chat oppure email, rappresentano un importante strumento per la seduzione dell’utente, che si tratti di un possibile cliente interessato a un prodotto del nostro negozio o a un servizio offerto dalla nostra azienda.

In questo articolo ti mostro come è possibile sedurre l’utente portandolo all’acquisto proprio attraverso i messaggi.

 

Perché usare i messaggi
[ torna al menu ]

I messaggi rappresentano un potente strumento per avere successo con un utente e spingerlo ad acquistare.

Infatti i messaggi ti danno il tempo di formulare una frase efficace e rendono più chiari i tuoi pensieri. Non devi parlare o rispondere immediatamente, come fai al telefono o di persona, ma hai tutto il tempo per trovare la migliore cosa da scrivere.

Inoltre un messaggio è molto meno invasivo di una chiamata a freddo. L’utente non deve smettere di fare quello che sta facendo per comunicare con te. Questo significa che potrai avere più possibilità di ricevere una risposta rispetto a una chiamata, anche se differita nel tempo.

Un’altra possibilità che ti danno i messaggi è l’utilizzo plurimo. Nessuno ti vieta di mandare lo stesso messaggio a diversi utenti contemporaneamente. Anche se però per esperienza ti consiglio di inserire sempre un elemento personalizzato all’interno di ogni messaggio.

Altro grande vantaggio dei messaggi è quello di permetterti di rimanere maggiormente nella testa dell’utente rispetto a una chiamata. Perché come dicevano i latini: “Scripta manent, verba volant.”

 

Cose da non fare quando mandi i messaggi all’utente
[ torna al menu ]

Troppi messaggi ti faranno di sicuro perdere l’utente.

A te non viene voglia di cancellarti da una newsletter quando ricevi tante mail? La stessa voglia viene a un qualsiasi utente quando si ritrova la casella di posta elettronica piena delle tue mail.

Una delle regole principali del Notification Marketing che sta alla base di ogni strategia riguardante i messaggi è quella di bilanciare il numero di invii.

Se l’utente non risponde immediatamente ai tuoi messaggi, non significa che devi continuare a scrivergli insistentemente fino a che non risponda.

Quando invii troppi messaggi all’utente l’unico messaggio che stai trasmettendo è che hai un bisogno estremo di lui. In questo modo dimostri solo che la tua è un’attività debole, sulla quale magari nessuno punterebbe.

Anche rispondere troppo velocemente a un messaggio comunica all’utente il tuo bisogno. Se la tua è un’attività forte e dinamica, per la quale qualunque utente mostrerebbe interesse, molto probabilmente la tua agenda o quella di chi lavora con te è piena d’impegni. Invece quando rispondi subito a un messaggio stai trasmettendo all’utente che non hai niente da fare. Di conseguenza la tua attività verrà vista debole e poco interessante. Non sto dicendo che devi lasciar passare dei giorni prima di rispondere, ma almeno mezz’ora o un’ora.

Non scrivere messaggi troppo lunghi e generali.
A nessuno piace ricevere una mail lunghissima da qualcuno che non conosciamo, soprattutto se ci rendiamo conto che quella è una mail preimpostata che è stata mandata a diverse persone. Una mail del genere finirà sicuramente nel cestino!
Cerca invece di scrivere dei messaggi che vadano dritti al punto e che siano personalizzati in base al destinatario.

Se l’utente risponde al tuo messaggio, non rispondergli con una frase molto breve.
Quando usi una risposta molto breve, come ad esempio “Ok! Per maggiori informazioni può contattarci al …”, puoi dare l’impressione che non ti importi niente. In questo modo non farai altro che indispettire l’utente e fargli abbandonare la conversazione.
Cerca invece di entrare in empatia e dare la giusta attenzione all’utente usando una risposta un po’ più lunga, ad esempio “Grazie per la tua risposta! Saremo felici di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno. Puoi contattarci direttamente al …”.

 

Elementi e caratteristiche di un messaggio efficace
[ torna al menu ]

Cosa rende un messaggio efficace? Cosa devi scrivere per distinguerti e incoraggiare l’utente a risponderti?

Queste sono tre caratteristiche importanti di cui i tuoi messaggi hanno bisogno per essere efficaci:

  • Devono coinvolgere l’utente a livello emotivo;
  • Devono avere un tono leggero, in modo da stabilire un clima piacevole con l’utente;
  • Devono contenere delle domande che spingano l’utente a rispondere.

Un altro elemento che può rendere il tuo messaggio efficace sono le emoji.
La maggior parte della comunicazione dal vivo usa i segnali non verbali come le espressioni facciali, il linguaggio del corpo e il tono della voce.
Usare le emoji all’interno del messaggio può aiutarti a descrivere meglio le tue sensazioni e a rendere più comprensibile il tono che stai usando. In questo modo riuscirai a creare quell’atmosfera piacevole in cui l’utente si sentirà più a suo agio.

 

Cerca di essere te stesso
[ torna al menu ]

Nei messaggi con l’utente cerca di essere il più possibile te stesso e coerente con la tua attività.

Se il ragazzo o la ragazza intelligente e affascinante che hai conosciuto sul web al primo appuntamento si dimostrasse completamente diverso/a da quello che ti ha scritto per messaggi, continueresti a uscirci?
La stessa cosa accade quando un utente si rende conto che la tua attività non è come la descrivevi, e molto probabilmente la sua delusione lo porterà a non contattarti più quando avrà bisogno di un prodotto o un servizio come quelli che offri.

Non strafare scrivendo ad esempio che la tua azienda è la migliore del mercato oppure che i tuoi sono i prodotti o sevizi migliori in assoluto.

Cerca di mostrare all’utente la parte di te che vuole vedere fornendogli anzitutto le informazioni che sta cercando.

Ad esempio, se un utente ti contatta perché sta cercando una motosega, non dirgli come prima cosa che vendi anche decespugliatori o altri articoli da giardinaggio.

 

Come incontrare l’utente
[ torna al menu ]

Dopo aver conquistato online l’attenzione dell’utente con i messaggi, e aver iniziato una conversazione con lui, è arrivato il momento di incontrarlo dal vivo.

Puoi riceverlo nel tuo ufficio, incontrarlo nel tuo negozio, fargli una videochiamata, o magari invitarlo a pranzo oppure per un semplice caffè.
Come insegnano i manuali di seduzione, non c’è niente di più noioso che ritrovarsi con qualcuno che conosci appena cercando qualcosa di interessante da dire.

Il miglior modo per evitare questa situazione è quello di invitare l’utente a fare qualche attività.
Ad esempio puoi invitarlo a un workshop informativo nel tuo ufficio, a una presentazione di un prodotto nel tuo negozio, a una degustazione in un locale, a fare una partita di tennis o un altro sport che ti piaccia dove si può giocare in due, oppure, nel caso sia in vigore il distanziamento sociale, a un webinar.
Questo rimuove la pressione di interagire continuamente e di pensare a cosa dire.
Il punto centrale invece diventa l’attività che farete insieme, che vi darà la possibilità di conoscervi meglio e sentirvi a vostro agio in una situazione piacevole.

Un altro elemento importante per incontrare l’utente è la tempistica.
Se gli chiedi di incontrarvi nell’immediato è molto probabile che abbia già qualche impegno. Se al contrario fissi l’appuntamento con troppo anticipo, potrebbe perdere svanire quel feeling che sei riuscito a creare.
La cosa migliore è quella di proporre all’utente di incontrarvi dopo una settimana.

Nel caso in cui l’utente mostri una certa resistenza nell’incontrarti proponigli di portare anche un amico. In questo modo si sentirà maggiormente a suo agio e magari ti permetterà di far conoscere la tua attività anche al suo amico.

 

Conclusioni
[ torna al menu ]

Marketing e seduzione hanno molto in comune, perché entrambi hanno l’obiettivo di convincere il prossimo a effettuare una scelta ben precisa: un prodotto rispetto a un altro, o una persona rispetto a un’altra.

I messaggi sono tra le tecniche di seduzione che sono più efficaci nel marketing.
Saperli usare magari non ti aiuterà a conquistare il ragazzo o la ragazza che ti piace, ma ti permetterà sicuramente di attirare nuovi clienti verso la tua attività e spingerli all’acquisto.